Informazioni commerciali +39 0575 05077
  Assistenza telefonica +39 0575 0505
Hosting > Hosting WordPress Gestito > FAQ > FAQ WordPress Gestito

7.1 FAQ WordPress Gestito

Aggiornamento WordPress alla versione 5.8

Tutte le comunicazioni che riguardano i servizi: Hosting WordPress Gestito e Hosting WooCommerce Gestito vengono inviate all'indirizzo email di riferimento associato ai dati anagrafici.
Il 21 luglio 2021 WordPress ha rilasciato la versione 5.8 del core; come da pagina ufficiale, verranno introdotte importanti novità, in particolare:
  1. differente gestione dei Widget.
  2. interruzione del supporto a Internet Explorer 11.
Si consiglia di attivare il sito di staging come indicato nella guida dedicata, in modo tale da effettuare l'aggiornamento in questo ambiente senza compromettere il sito online.
Una volta attivato, effettuare un backup preventivo da poter ripristinare all'occorrenza ed effettuare l'upgrade manuale del core alla versione 5.8.
È possibile installare il plugin classic-widget.
Per tutti i dettagli sulla procedura di installazione di un plugin consultare la guida dedicata.
Per quanto riguarda il tema utilizzato nella propria installazione occorre fare una distinzione:
  1. se il tema è a pagamento è necessario contattare direttamente lo sviluppatore per verificare se è compatibile con la nuova versione di WordPress;
  2. se è gratuito occorre verificare se è stato rilasciato l'aggiornamento dal produttore e in tal caso effettuarlo. Nel caso non siano ancora presenti aggiornamenti si consiglia di installare il plugin classic-widget e attendere la nuova versione da parte del produttore.
Se l'aggiornamento è stato eseguito nell' ambiente di staging è sufficiente sincronizzare nuovamente il sito di staging con quello online per ottenere un nuovo ambiente di staging funzionante; per i dettagli consultare la presente guida.
Se è stato fatto in produzione si consiglia di ripristinare una copia di backup; i servizi Hosting WordPress Gestito e Hosting WooCommerce Gestito mettono a disposizione i backup giornalieri sul pannello di controllo; per tutti i dettagli cosultare le guide dedicate.
A seguito di una richiesta di supporto avanzato verrà fatta un'analisi di fattibilità e risoluzione da parte dello staff tecnico.
Il mancato aggiornamento di WordPress, compresi temi e plugin, espone il sito web a rischi di sicurezza: gli aggiornamenti, infatti, risolvono vulnerabilità o problemi scoperti nelle vecchie versioni che mettono a rischio il sito.
Inoltre, il mancato aggiornamento, potrebbe essere causa di un calo di performance (lentezza nella navigazione) e non sarebbero disponibili le nuove funzioni/caratteristiche, spesso migliorative, dei componenti utilizzati.
Per eseguire l'aggiornamento di WordPress seguire passo passo la guida dedicata.
Si ricorda che per i servizi Hosting WordPress Gestito e Hosting WooCommerce Gestito è possibile ripristinare in qualsiasi momento uno dei backup automatici.
 
Microsoft interrompe il supporto a Internet Explorer 11 e le maggiori aziende stanno smettendo di utilizzarlo. Per questo si incoraggia ad utilizzare Microsoft Edge oppure browser concorrenti come Chrome o Mozilla Firefox.
Non è necessario effettuare alcuna operazione: gli aggiornamenti non vengono disattivati e verranno ripetuti in modo automatico.
Verrà soltanto disattivato l'upgrade del core fino al giorno 9 agosto 2021.
Inoltre, non è necessaria nessuna comunicazione/apertura di richiesta all'assistenza.
Affinché i successivi aggiornamenti automatici vadano a buon fine, è necessario che venga effettuato un aggiornamento manuale, in modo che non ci siano differenze fra prima e dopo l'aggiornamento.




Aggiornamenti automatici non riusciti

Tutte le comunicazioni che riguardano i servizi: Hosting WordPress Gestito e Hosting WooCommerce Gestito vengono inviate all'indirizzo email di riferimento associato ai dati anagrafici.
Questa comunicazione viene inviata quando gli aggiornamenti automatici non vanno a buon fine: i servizi Hosting WordPress Gestito e Hosting WooCommerce Gestito, infatti, permettono di usufruire di un sistema di aggiornamenti automatici con verifica del buon esito degli stessi.
Prima di procedere con gli aggiornamenti il sistema effettua un backup automatico e, in caso di errori nel corso dell'aggiornamento stesso, un ripristino di quest'ultimo e l'invio della comunicazione che notifica l'aggiornamento non riuscito. Per ulteriori dettagli sulle caratteristiche dei servizi consultare le guide dedicate:
Nella maggior parte dei casi, il KO, è dato dalle differenze grafiche del sito tra prima e dopo l'aggiornamento; tali differenze sono riconducibili spesso a temi e plugin che, da una versione ad un'altra, possono variare il tipo di carattere (font), immagini o colori del plugin o tema stesso (non immagini caricate dall'utente).
Poichè non è possibile stabilire a priori l'impatto di tali modifiche sul sito, il sistema provvede a dare esito negativo e inviare l'apposita comunicazione all'utente invitando ad eseguire un aggiornamento manuale in modo che possa personalmente valutare la portata di tali aggiornamenti.
Un'altra causa che può generare il KO degli aggiornamenti automatici è il mancato utilizzo o l'utilizzo improprio del tema child: per tutti i dettagli sull'installazione e l'utilizzo del tema child consultare la guida dedicata.
Raramente l'esito negativo degli aggiornamenti è dato da un errore di visibilità del sito: quando accade dipende da plugin o temi non compatibili con la nuova versione di WordPress e si consiglia di procedere con un aggiornamento manuale.

Come indicato nella comunicazione, il sito è comunque funzionante, poiché è già stata automaticamente ripristinata la copia di backup eseguita immediatamente prima del tentativo di aggiornamento.
Non è necessario effettuare alcuna operazione: gli aggiornamenti non vengono disattivati e verranno ripetuti in modo automatico. Inoltre, non è necessaria nessuna comunicazione/apertura di richiesta all'assistenza.
Affinché i successivi aggiornamenti automatici vadano a buon fine, è necessario che venga effettuato un aggiornamento manuale, in modo che non ci siano differenze fra prima e dopo l'aggiornamento.
Il mancato aggiornamento di WordPress, compresi temi e plugin, espone il sito web a rischi di sicurezza: gli aggiornamenti, infatti, risolvono vulnerabilità o problemi scoperti nelle vecchie versioni che mettono a rischio il sito.
Inoltre, il mancato aggiornamento, potrebbe essere causa di un calo di performance (lentezza nella navigazione) e non sarebbero disponibili le nuove funzioni/caratteristiche, spesso migliorative, dei componenti utilizzati.
Per eseguire l'aggiornamento di WordPress seguire passo passo la guida dedicata.
Si ricorda che per i servizi Hosting WordPress Gestito e Hosting WooCommerce Gestito è possibile ripristinare in qualsiasi momento uno dei backup automatici.
Se sono state eseguite delle personalizzazioni o modifiche al tema utilizzato, con gli aggiornamenti queste verrebbero sovrascritte e quindi perse.
Prima di procedere con l'aggiornamento manuale, si consiglia di valutare l'installazione del tema child.
Il tema child eredita tutte le funzionalità e lo stile del tema genitore ed è il tema su cui eseguire le modifiche/personalizzazioni: gli aggiornamenti, infatti, vengono eseguiti direttamente sul tema principale e non sul tema child permettendo ai due temi (child e genitore) di lavorare insieme, completandosi.
In questo modo tutto il lavoro di personalizzazione non verrà perso. Per ulteriori dettagli sull'installazione e l'utilizzo del tema child consultare la guida dedicata.
A seguito di una richiesta di supporto avanzato verrà fatta un'analisi di fattibilità e risoluzione da parte dello staff tecnico.
 
La tua opinione è importante per noi!
 

Non hai trovato quello che cerchi?

Contatta i nostri esperti, sono a tua disposizione.