Informazioni commerciali +39 0575 05077
  Assistenza telefonica +39 0575 0505

WordPress: interpretare il debug

Il debug è uno strumento diagnostico che, in caso di malfunzionamenti del sito, consente di individuare la causa degli errori, analizzarli e correggerli.
 
Se il servizio abbinato al dominio è Hosting WordPress Gestito o Hosting WooCommerce Gestito si consiglia di attivare la funzione di Staging che permette di avere un clone del proprio sito in un ambiente di prova su cui attivare il debug e fare tutte le prove e le modifiche necessarie lasciando inalterato il sito di produzione.
Una volta terminata l'attività di debug è possibile sincronizzare l'ambiente di staging con quello pubblico.
Per tutti i dettagli consultare la guida dedicata.
 

Attivare il debug

Questa funzionalità è generalmente disattivata; per attivarla occorre impostare a true l'opzione WP_DEBUG all'interno del file wp-config.php:



Per i dettagli sull'attivazione del debug seguire le istruzioni nella presente guida.
 

Interpretare le informazioni del debug

Una volta attivato il debug, occorre visualizzare il sito: gli errori sono mostrati nella parte superiore della pagina.
Le informazioni mostrate non sono di facile comprensione, spesso viene fornito il riferimento al tema o al plugin che ha generato l'errore.
  • Se l'errore a video è del tipo: /wp-content/plugins /nomeplugin/
    allora è necessario accedere al backend di WordPress e disabilitare il plugin in questione.
    Se l'accesso al backend è inibito è possibile rinominare la cartella del plugin in questione accedendo allo spazio web tramite FTP o File Manager.
    Nel caso in cui non si fosse sicuri di quale sia il plugin che genera l'errore si consiglia di rinominare una ad una tutte le cartelle al percorso /wp-content/plugins oppure, per utenti esperti, disabilitare i plugin direttamente dal database; in quest'ultimo caso le operazioni da eseguire sono le seguenti:
    • prima di tutto individuare il database utilizzato dalla propria installazione di WordPress ed accedere al pannello mysql.aruba.it con i dati recuperati;
    • per individuare i plugins attivi, una volta fatto accesso al pannello mysql.aruba.it, cliccare su SQL e inserire la query sottostante (avendo cura di sostituire "prefix" con il valore di "$table_prefix" indicato nel file wp-config.php) e cliccare su Esegui:

      SELECT option_value FROM prefix_options where option_name LIKE 'active_plugins';

      La colonna option_value è l'elenco dei plugins attivi;
    • cliccare su Modifica;
    • cancellare la text area in corrispondenza di option_value;
    • cliccare su Esegui.
    In questo modo si sono disabilitati tutti i plugins.
  • Se l'errore a video è del tipo: /wp-content/themes/nometema
    allora è sicuramente il tema utilizzato la causa dell'errore: occorre accedere al backend di WordPress e cambiare tema. Se l'accesso al backend è inibito è possibile cambiare il tema direttamente dal database MySQL utilizzato da WordPress seguendo le istruzioni riportate in questa guida.
Una volta risolti gli errori, si consiglia di disattivare la modalità di debug in modo da evitare visualizzazioni di codici a video che possano esporre il sito a vulnerabilità. Per disattivare il debug modificare a false l'opzione WP_DEBUG all'interno del file wp-config.php precedentemente modificata a true.
 
Quanto è stata utile questa guida?
 

Non hai trovato quello che cerchi?

Contatta i nostri esperti, sono a tua disposizione.