Informazioni commerciali +39 0575 05077
  Assistenza telefonica +39 0575 0505
Email > Sicurezza Email e phishing > Come verificare se la propria casella di posta è compromessa

10.17 Come verificare se la propria casella di posta è compromessa

Se si sospetta che il proprio account di posta sia stato compromesso, dopo aver eseguito approfonditi controlli attraverso un antivirus e, soprattutto, aver modificato la password della casella, è consigliabile effettuare queste verifiche:
 
① Controllo ultimi accessi
 
 
Controllare gli ultimi accessi in WebMail in modo da verificare, ad esempio, se sono presenti indirizzi IP esteri e/o che non si riconoscono:
 
Procedura da WebMail Smart: Impostazioni > Informazioni casella > Ultimi accessi  
Procedura da WebMail Classic: Opzioni > Informazioni casella > Ultimi accessi  
 

② Controllo inoltri

 
 
Controllare che non sia presente un inoltro verso un indirizzo email sconosciuto. Un utente malintenzionato potrebbe aver inserito il proprio indirizzo email per ricevere la posta in arrivo della casella:
 
Procedura da WebMail Smart: Impostazioni > Inoltro e risposta automatica  
Procedura da WebMail Classic: Opzioni > Inoltro/Risposta automatica  

Se si individua l'inoltro a un indirizzo sconosciuto occorre rimuoverlo e cliccare Salva.
 

③ Controllo regole messaggi

 
 
Controllare le regole messaggi, un utente malintenzionato potrebbe aver inserito una o più regole per dirottare alcuni messaggi in arrivo verso una propria casella esterna:
 
 
Procedura da WebMail Smart: Messaggi > Regole Messaggi  
Procedura da WebMail Classic: Opzioni > Regole Messaggi  
 
Se si individuano regole create da un soggetto esterno sconosciuto occorre rimuoverle e cliccare Salva.
 

④ Controllo nome mittente

 
 
Controllare il nome visualizzato dai destinatari dei messaggi inviati dalla WebMail. Un utente malintenzionato potrebbe falsificare questo campo cercando di spacciarsi per qualcun altro.
  
 
Procedura da WebMail Smart: Impostazioni > Generali > Nome profilo  
Procedura da WebMail Classic: Opzioni > Preferenze > Parametri generali > Il mio nome  
 
Se si individua un nome che non è il proprio occorre correggerlo e cliccare Salva.
 

⑤ Controllo firma

 
 
Controllare la firma poiché un utente malintenzionato potrebbe averne inserita una falsificata per fingersi qualcun altro.
 
 
Procedura da WebMail Smart: Impostazioni > Firma  
Procedura da WebMail Classic: Opzioni > Firma  
 
Se si individua una firma alterata occorre correggerla e cliccare Salva.
 

⑥ Controllo indirizzi alternativi

 
 
Controllare l'indirizzo email alternativo da usare come mittente e/o un indirizzo email alternativo al quale ricevere le risposte. Un utente malintenzionato potrebbe utilizzare questa impostazione per inviare email falsificando il mittente e dirottare le risposte verso un proprio indirizzo email malevolo. In questa sezione è opportuno verificare anche il salvataggio della posta inviata da WebMail. Un utente malintenzionato potrebbe disabilitare il salvataggio per nascondere email di SPAM inviate:
 
 
Procedura da WebMail Smart: Impostazioni > Messaggi > Composizione  
Procedura da WebMail Classic: Opzioni > Preferenze > Messaggi > Composizione  
 
Se si individuano indirizzi alternativi sconosciuti occorre rimuoverli e cliccare Salva.
 

⑦ Controllo email recupero password

 
 
Controllare la presenza di una eventuale email di ripristino password e, se presente, assicurarsi che si tratti di un proprio indirizzo email:
 
 
Procedura da WebMail Smart: Impostazioni > Gestisci password > Email reimpostazione password  
Procedura da WebMail Classic: Opzioni > Password  
 
Se si individua un indirizzo per la reimpostazione della password sconosciuto occorre sostituirlo con il proprio e cliccare Salva.
 

⑧ Controllo eventi noti

 
 
Controllare la presenza del proprio indirizzo email in strumenti online che raccolgono i maggiori data breach mondiali degli ultimi anni, quali ad esempio:
 
 
Quanto è stata utile questa guida?
 

Non hai trovato quello che cerchi?

Contatta i nostri esperti, sono a tua disposizione.