Informazioni commerciali +39 0575 05077
  Assistenza telefonica +39 0575 0505
Gestione DNS > Esempi utili di configurazione DNS > Esempi utili di configurazione DNS

17.1 Esempi utili di configurazione DNS

 
GUIDA VALIDA PER:  pacchetti Hosting Windows e Linux Gestione DNS con e senza posta Dominio con e senza posta
SuperSite Easy e Professional WordPress, WordPress Gestito e WooCommerce


A volte, quando si utilizzano i servizi hosting di Aruba, può essere necessario modificare le impostazioni DNS del dominio.

Di seguito alcuni esempi di configurazione per le situazioni più diffuse.



I motori di ricerca (per esempio Google o Bing) richiedono l'inserimento di particolari record di verifica, di solito di tipo TXT o CNAME, che possono essere inseriti seguendo la guida dedicata.
 
Cliccare sulla freccia per visualizzare un esempio pratico.
Per permettere a Google di verificare il dominio nomedominio.it è necessario:
  1. accedere al pannello di gestione DNS del dominio tramite admin.aruba.it, seguendo la guida dedicata;
  2. seguire la guida dedicata, cliccando sul pulsante Gestisci presente nella sezione Record TXT ed per i campi:
    • Host: non indicare nulla, quindi lasciare vuoto questo campo; 
    • Valore: incollare il valore indicato da Google nel pannello Google WebMaster; il valore è nella forma google-site-verification=XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX composta da numeri e lettere. 


Per reindirizzare il www del dominio verso un server esterno oppure verso un Server Dedicato di Aruba è necessario verificare che sia presente: 
  • un unico record, di tipo A con:
    • Host: [vuoto] 
    • Indirizzo IPv4: l'indirizzo IP pubblico del server esterno o Server Dedicato che ospita il sito web; 
  • e un unico record con Host "www" (che potrà essere in A o in CNAME a seconda della configurazione del proprio server esterno o Server Dedicato di Aruba):
    • il record A deve avere: 
      • Host: www
      • Indirizzo IPv4: l'indirizzo IP pubblico del server esterno o Server Dedicato di Aruba che ospita il sito web; 
    • in alternativa, il record CNAME deve avere: 
      • Hostwww
      • Nome CNAME: l'host associato al server esterno o Server Dedicato di Aruba verso cui reindirizzare. 
Per ottenere la configurazione sopra descritta potrebbe essere necessario aggiungere, modificare o cancellare i record dell'attuale configurazione DNS: per conoscere le operazioni da seguire nelle varie situazioni, seguire le guide presenti nella sezione dedicata.
 
Cliccare sulla freccia per visualizzare un esempio pratico. 
Per reindirizzare il dominio www.nomedominio.it verso un server associato all'IP 123.123.123.123:
  1. creare il proprio sito web sul server identificato dall'IP 123.123.123.123
  2. accedere al pannello di gestione DNS del dominio tramite admin.aruba.it, seguendo la guida dedicata;
  3. gestire i record del dominio, accertandosi che ci sia:
    • un unico record, di tipo A con:
      • Host: [vuoto] 
      • Indirizzo IPv4123.123.123.123 
    • e un unico record, di tipo A con: 
      • Host: www
      • Indirizzo IPv4123.123.123.123


Per aggiungere un host che punti all'esterno è necessario seguire la guida dedicata, cliccando sul pulsante Gestisci presente nella sezione relativa alla tipologia di record adatta alle proprie esigenze (a scelta tra Record A, Record AAAA o Record CNAME) e specificando l'Host ed il Valore relativi al sito web o al server verso cui si desidera reindirizzare. 
 
Cliccare sulla freccia per visualizzare un esempio pratico.
Per aggiungere l'host test.nomedominio.it che punta all'IP 123.123.123.123 è necessario:
  1. accedere al pannello di gestione DNS del dominio tramite admin.aruba.it, seguendo la guida dedicata;
  2. seguire la guida dedicata, cliccando sul pulsante Gestisci presente nella sezione Record A ed indicando:
    • Host: test.nomedominio.it
    • Indirizzo IPv4123.123.123.123 

Ci sono due modi per gestire le email su server di posta diversi da quelli di Aruba:
  • utilizzando Name Server esterni: in questo modo la posta viene automaticamente gestita dai server esterni legati ai Name Server impostati; per impostare i Name Server esterni seguire la guida specifica
  • utilizzando Name Server di Aruba: in questo caso devono essere impostati gli MX esterni verso cui far puntare la posta; per maggiori dettagli visionare la guida dedicata.

Cliccare sulla freccia per visualizzare un esempio pratico.
Per gestire le caselle di posta del tipo @nomedominio.it sui server di posta di Google e continuare a mantenere il sito web presente all'indirizzo www.nomedominio.it sui server di Aruba, è necessario: 
  1. accedere al pannello di gestione DNS del dominio tramite admin.aruba.it, seguendo la guida dedicata
  2. accertarsi che nella sezione Record Name Server sia stato selezionata l'opzione Usa Name Server di Aruba
  3. nella sezione Record MX selezionare l'opzione Usa altri Mail Server;
  4. dalla finestra che appare, selezionare l'opzione Il Record MX reindirizza la posta elettronica su Server esterni
  5. seguire le operazioni riportate nella guida dedicata, cliccando sul sul pulsante Gestisci nella sezione Record MX
  6. per i campi: 
    • Host: inserire il valore dell'MX indicato da Google, del tipo xxxxxx.l.google.com
    • Priorità: selezionare la priorità indicata da Google, per esempio Personalizzato 1 
  7. ripetere le operazioni per tutti i record MX richiesti da Google; 
  8. al termine, salvare la configurazione. 


Per inserire un record SPF è necessario seguire la guida dedicata, cliccando sul pulsante Gestisci presente nella sezione Record TXT e specificando l'Host ed il Valore necessari.
 
Cliccare sulla freccia per visualizzare un esempio pratico.
Per consentire al dominio nomedominio.it di ricevere le email solo dai server di Aruba è necessario:
  1. accedere al pannello di gestione DNS del dominio tramite admin.aruba.it, seguendo la guida dedicata;
  2. seguire la guida dedicata, cliccando sul pulsante Gestisci presente nella sezione Record TXT e per i campi:
    • Host: non indicare nulla, quindi lasciare vuoto questo campo; 
    • Valorev=spf1 include:mx.aruba.it ~all  
L'esecuzione di ognuna delle configurazioni sopra riportate comporta dei tempi tecnici, dovuti alla propagazione del DNS, che si aggirano intorno alle 24 ore.
 
Quanto è stata utile questa guida?
 

Non hai trovato quello che cerchi?

Contatta i nostri esperti, sono a tua disposizione.